L’uomo Tinder è tra noi. Parte II

 

IMG_0944[608].jpg

Venerdì sera. Sei in un locale con un paio di amiche; ‘una serata tranquilla’ avete “whatsappato”; ‘non voglio rientrare tardi’, hai specificato, ‘che domani lavoro’ .

Mentre sorseggi un analcolico (che domani lavori) ti domandi dove sia finita quella ragazza spensierata che beveva alcool senza radice in an- nonostante la sveglia alle 7:30 a.m., ed esattamente in quale anno vi siete salutate definitivamente. Lei sì che aveva stomaco, invece ora ti ritrovi a digerire per ore anche la camomilla post-cena per riuscire a addormentarti (1) non troppo tardi (2), che domani lavori. Ecco perché da adolescente i trentenni li ritenevi già vecchi. Perché la strada è quella. Non ci sono più i vecchi di una volta… .

Sei solo a metà drink e già iniziano gli sbadigli di gruppo, quelli che si contagiano come la ridarella; guardi le tue amiche con pietà e speri che qualcuna di loro prima di te prenda la brillante idea di andarsene a casa, non vuoi passare sempre tu per quella noiosa che pare non si sappia più divertire. Ma eccolo, là, con un gomito appoggiato al bancone mentre con l’altra mano tiene una Moretti. Alto, moro, occhi chiari, un sorriso che all’improvviso sembra giorno, bello che pure il sole si accecherebbe a guardarlo; e ti vede. E parte il classico gioco di sguardi che ecco sì, di nuovo, è tornata la mia amica vent’enne che dopo tanto ti fa provare finalmente dei brividi lungo la schiena e non più solo torcicollo e dolore lombare. Lui prende coraggio, si avvicina, avvisi le tue amiche che pronte si allontanano facendo finta di andare ad ordinare qualcos’altro da bere.

“Ciao!” esclama, e già ti senti i piedi liquefatti “Ti ho notata da lontano e ho notato il tuo piercing al labbro, faresti venire perversioni a qualsiasi uomo guardandolo”

No! Oddio no! E’ l’abbordaggio più triste e squallido della storia dell’uomo da Adamo in poi. E quel tipo di conversazione, chiamiamola così anche se non c’è stata conversazione visto che tu gli hai mostrato un sorriso finto e hai raggiungo vergognata le tue amiche; quel tipo di conversazione dicevo ti ricorda un tipo di uomo: l’uomo Tinder. Che voglio dire, fosse stato Kinder almeno lo mangiavi e una magra consolazione la provavi ma invece inizia per T. T come Tu pensi davvero che una donna, dico Donna ci stia dopo un’ osservazione del genere? Ma soprattutto, qualcuna Te l’ha mai daTa dopo un’uscita così?

Chi è l’uomo Tinder mi chiederete voi. Innazi tutto non vorrei fare di tutta l’erba un fascio quindi voglio eludere di farvi credere che qualsiasi uomo che utilizzi un’app di incontri abbia le capacità di corteggiamento di un fagiano ma, appunto, c’è l’uomo che si serve di un mezzo, come Tinder, Meetic, Loovo &co. per poter conoscere un più ampio spettro di donne, più affini a lui, per poi via via approfondire tale conoscenza solo con una, e invece c’è il fagiano che usa tali app per portarsi a letto tutto quell’ampio spettro di donne citate sopra. Dalla nerd, alla scorbutica, all’acida, alla volgare, alla sfacciata, alla milf, alla sorella del suo migliore amico, alla portinaia e perché no anche la nonnina del piano di sopra che è ancora una bella donna tutto sommato.

Certo, tali uomini li incontri anche per strada, al lavoro, in discoteca ma si mascherano meglio, cercano, ci provano almeno a conquistare la sfortunata del momento, con alcuni magari ci sei stata anche fidanzata per un po’ quindi dai… certo che li conosciamo. Ma su un’app di incontri la maschera non c’è, è l’app stessa la maschera quindi è tutta una strada spianata e in discesa.

Vi faccio un esempio:

Fagiano: Hey ciao! 

Donna X: Ciao 🙂

Fagiano: Hai un viso magnifico. Poi quelle labbra…

Donna X: Grazie. Cosa fai nella vita a parte complimenti random?

Fagiano: Ahah… Non sono a caso ma solo perché tu sei davvero bellissima. Comunque sono un product manager, di dove sei? Mamma mia non riesco a fare a meno di guardare le tue foto, con quelle labbra e quello sguardo… 

 

Ah, sì, su codeste app sono tutti ingegneri o manager di qualcosa. Io in ventotto anni mai conosciuto uno dal vivo, bah! Ma mettiamo sia vero, voglio dire, ma ingegnati i metodi di corteggiamento! Produci frasi spigliate, non costruite, d’effetto e simpatiche. Managerizzati sto… ehm ehm.

Se avessi saputo che avrei parlato di tale argomento un giorno mi sarei premunita di screenshot per dimostrarvi che è tutto vero. Come sono veri quelli che nemmeno iniziavano una conversazione, nemmeno si accertavano che tu fossi reale e non photoshoppata o che abbia pubblicato una foto di anni prima dove eri molto più giovane (gli uomini lo fanno spesso), l’unica cosa importante era che non fossi troppo lontana per… anche se per una nottata di zumba fitness so di macinate di chilometri e chilometri; al posto del ciao era subito un emoticon del cuore seguito dal numero di telefono.

Da It’s a match diventava “cancella compatibilità”

in un attimo, ma non dubito che con qualcuno siano andati a fondo, fino infondo. Anche noi donne, a volte… insomma… eh! Non so se i maschietti hanno ingrandito certe storie ma io per alcune mi sono un po’ vergognata per come anche noi ragazze possiamo essere.

Infondo se l’uomo da canto suo è cacciatore in un modo è perché gli è già capitato di trovare la preda nell’altro.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...