Le parole non dette, quelle, dove rimangono?

Cosa rimane del dolore quando passa? E degli amori che finisco?

Voltiamo davvero pagina? Andiamo veramente avanti?

Le parole non dette, quelle, dove rimangono?

art-artsy-blue-1988698.jpg

Forse non è vero che il tempo sistema le cose; le nasconde e basta.

Di fronte a una sconfitta, a una delusione, ci insegnano ad andare avanti ma quello che è successo non lo si può prendere, metterlo in un angolo e provare a dimenticarselo. Magari potessimo depositare le cose rotte tra quegli oggetti vecchi e inutilizzati che non capiamo mai dove buttare in discarica. Un giorno chiederemo aiuto a qualcuno, lo lasceremo fare credendo saprà fare meglio di noi oppure, il più delle volte, daremo quegli oggetti, quei ricordi, certe emozioni, in pasto alla polvere facendo finta di non pensarci più.

Si continua a vivere ma quello che è stato te lo porti dentro per sempre. Deforma e conferma la persona che sei, che non sarà mai uguale a quella eri di prima. Avremo qualcosa in più da dire e meno dare. Inizieremo ad attuare quei meccanismi di difesa che sul momento crediamo esserci utili, salvifici e solo dopo faremo i conti con i sensi colpa, ci renderemo conto di avere rinunciato a una nuova occasione.

Quante volte abbiamo detto addio prima che qualcuno lo dicesse a noi? Crediamo di strapparci al pericolo ma stiamo solo arrancando nel buio. Abbiamo paure che nascondiamo dietro a parole arroganti a cui non crediamo nemmeno noi.

Io sono per le parole libere. Lasciare andare tutte le emozioni gentili, sono per il dichiararsi sempre. Di confessare anche quei comportamenti che invece ci fanno male. Di dire a qualcuno mi hai fatto piangere, mi hai fatto arrabbiare. Mi hai deluso, non me l’aspettavo, sei stato sleale. Comportati da uomo.

Ma soprattutto dire mi manchi, ti voglio bene, ti penso, mi sei venuto in mente. Ti amo. Ti ho amato. Grazie. Sei bella. Hai un buon profumo, delle belle mani. È un vestito nuovo?

Io… io non ce la faccio proprio a tenere le cose solo per me. Ho sempre il timore che finiranno per farmi male anche quando sono solo bene. Perché mi spaventa immaginarmi un giorno, nel letto, magari di notte, sicuramente sveglia a pensare a quello che avrei voluto fare ma che poi ho lasciato perdere. A quello che avrei potuto dire ma le credevo parole stupide. Di essere ridicola, di non essere corrisposta.

Mi è successo, in passato. Mi è successo di amare ma di non dirlo mai, di essere corrisposta e non averlo saputo in tempo. E se ce lo fossimo detti? Saremmo qui o saremmo altrove?

In passato mi è successo di piangere ma solo di nascosto, e davanti agli altri essere forte, dura, inumana.

È se invece avessi versato quelle lacrime davanti a chi se le meritava? Oggi riuscirebbe a guardarmi negli occhi, a guardare avanti?

Dobbiamo pensare anche a questo quando sezioniamo le cose da dire da quelle da tenere spente. Quali tra le due ci faranno stare meglio?

Quelle che lasciamo andare o quelle che teniamo in gabbia?

Perché se nella gabbia hai un leone, per quanto tu tenti di tenerlo rinchiuso, di avere la certezza di saperlo domare, di avere tutto sotto controllo devi renderti conto che quell’animale, che quelle parole finiranno per farti male. Non puoi trattenere un sentimento o ti ridurrà a pezzi.

Le parole non dette diventano sempre un carcere per i ricordi con una pena da scontare sul cuore.

Tu pensi di essere guardia ma non sei nient’altro che una vittima che sconta una condanna a vita.

Il dolore non passa, ci convivi. È questione di equilibri. Di scelte.

Gli amori non finiscono, cambiamo forma. Diventano bene o restano eterni.

Non voltiamo pagina, cambiamo direttamente libro. Preferiamo non conoscere quello che sarebbe stato ma iniziare una nuova storia. Per questo non andiamo avanti ma andiamo oltre.

E le parole non dette, quelle, rimangono dentro, dappertutto senza sapere mai dove.

Per lo meno, che siano libere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...